Cosa è un logo aziendale e perché è importante

Il logo è la carta d’identità dell’azienda

Un marchio forte e riconoscibile può aiutare il business ad avere più successo, motivo per cui la creazione di un’identità di marca efficace è essenziale. Ma che cosa comporta una brand identity e perché un logo e un’immagine coordinata professionali sono importanti? Nel momento in cui si crea un’identità di marca, sostanzialmente i valori del brand vengono applicati a tutti gli elementi visivi che verranno utilizzati per promuovere la propria attività. Ciò significa che l’identità di un marchio è più di un semplice logo e consiste in una varietà di materiali di marketing, tra cui il sito web, che rappresenta uno dei più fondamentali e completi canali di comunicazione (altri possono essere brochure, confezione del prodotto, biglietti da visita). Sviluppare un’identità di marchio coesa e professionale è una parte importante di qualsiasi strategia efficace di branding. La creazione di un’identità di marca richiede ricerca e attenzione ai dettagli al fine di sviluppare uno stile che soddisfi con successo gli obiettivi di un’azienda e trasmetta il messaggio appropriato. Non è una cosa che può essere affidata al fai da te.

Perché un logo e un’immagine coordinata professionali sono importanti?

Perché trasmettono la personalità dell’ azienda. Il logo è la rappresentazione visiva dei valori e della “personalità” peculiari al marchio. Il design dell’identità definisce essenzialmente il tono del marchio e può essere utilizzato per evocare sentimenti specifici nel proprio pubblico. Ogni identità di marca dovrebbe essere progettata per comunicare il messaggio generale della propria azienda e promuovere obiettivi di business.

  • È in grado di garantire un impatto coerente. Lo sviluppo di logo e immagine coordinata consente di creare un messaggio coerente su tutti i materiali di marketing. Ogni singolo elemento dovrebbe avere lo stesso stile e design di base, creando un pacchetto di branding coerente.
  • Fa la differenza. Logo e immagine coordinata in grado di differenziare la propria attività dalla concorrenza aiutano a posizionare in modo appropriato il marchio della propria azienda. Sviluppare un design di identità professionale creativo può aiutare a distinguerla agli occhi dei potenziali clienti.
  • È consapevole riconoscimento. L’identità di marca assicura che il proprio marchio sia in prima linea su tutti i materiali di marketing, il che aiuta ad aumentare la consapevolezza del marchio. Maggiore è il posizionamento del marchio e migliore sarà il contatto con i consumatori che lo riconosceranno perché lo avranno memorizzato.
  • Crea la connessione tra prodotto e azienda. L’identità di marchio aiuta a fidelizzare i clienti che imparano a fidarsi di un marchio e consente di stabilire una connessione tra prodotto e azienda.

Quella lampadina che si accende

In definitiva, il logo è lo strumento attraverso cui le persone imparano a riconoscere l’ azienda. È possibile individuare da lontano un dispositivo Apple, un’insegna Sector o una lattina di Coca-Cola. Può sembrare semplice, ma ci vuole molto per rendere un marchio riconoscibile per i consumatori. Non si tratta solo del logo o dello slogan; l’immagine di marca comprende sia elementi visivi che associazioni mentali come velocità, affidabilità e qualità. Se insieme non si sforzano di mantenere un’immagine di marca coerente in tutte le interazioni che un consumatore ha con il proprio marchio, sarà molto difficile svilupparne uno facilmente riconoscibile. Logo e immagine coordinata sono fondamentali per creare credibilità e fidelizzazione tra i potenziali clienti. Una forte immagine di marchio, si traduce per il cliente in un forte impegno dell’azienda nel mantenere la promessa insita nel marchio, si traduce cioè in affidabilità. Quando si lavori a costantemente per mantenere un’immagine aziendale stabile, che si tratti di freschezza del cibo o della qualità dei tessuti, questo contribuisce al rapporto del consumatore con il logo, e sarà più facile ricordare ciò che rappresenta. L’immagine del marchio è importante per qualsiasi attività commerciale. Quando i consumatori acquistano un prodotto o un servizio, non stanno semplicemente comprando un prodotto o un servizio, ma quello che quel marchio rappresenta. Ecco perché è così importante progettare l’immagine del marchio aziendale, perché deve trasmettere il messaggio esatto. Se è vero infatti che un logo costruito bene fa la differenza vuole anche dire che il logo sbagliato può rendere un marchio non professionale, senza dare per scontato che non si noti affatto. Un buon logo crea sempre un riconoscimento istantaneo nella mente del pubblico a cui è destinato il prodotto.

 

Cosa rende speciale un logo?

Sono stati citati qui marchi di successo come Apple o Coca Cola. Ma chi saprebbe dire cosa rende questi simboli così speciali e iconici? È la loro bellezza o i colori? Forse è perché spiegano cosa fa l’azienda… o forse no? La verità è che tutte queste cose devono essere considerate durante un progetto di design del logo, e nessuna presa singolarmente è particolarmente importante. Alcuni grandi loghi sono belli e altri (secondo alcuni) sono decisamente brutti. Pochi suggeriscono cosa fa l’azienda, e riguardo ai colori, davvero non ci sono regole. Ma allora? Se nessuna di queste cose è responsabile della creazione del logo, cos’è? La caratteristica unica e più importante di qualsiasi logo professionale è il carattere distintivo. Se davvero si distingue dal resto e rende unico e memorabile il marchio, nel rispetto di alcuni principi di progettazione di base. E i professionisti del design del logo sanno esattamente come fare questo.

È quasi impossibile creare qualcosa di veramente unico. E anche legalmente ha la sua importanza, per questo i marchi vengono registrati. La creazione di un logo che funzioni è un processo complesso. Un grande logo, va ribadito e sottolineato, è espressione dei valori dell’azienda, della sua storia e delle persone. Va considerato un po’ come il dipendente il cui compito principale è quello di rappresentare l’azienda nel migliore modo possibile. Come dovrebbe essere? È un dirigente o l’addetto all’etichettatrice? Allegro e spigliato o saggio e confidenziale? Non è possibile rispondere a queste domande senza fare ipotesi sbagliate. Ecco perché i professionisti avviano progetti di design del logo con alcune conversazioni di qualità con il cliente. Questi contatti mirano a conoscere il più possibile sulla cultura aziendale, sul modo di fare business e quindi iniettano questo materiale nella progettazione del logo. Il secondo passo è la conoscenza del settore, poi del pubblico a cui si rivolge l’azienda, i suoi potenziali clienti, e infine come e dove verrà utilizzato il logo, quello che in gergo viene definito “applicazione logo”. Poi inizia la vera fase progettuale.

I progettisti di identità professionisti di solito disegnano dozzine di idee durante la fase di brainstorming, quindi scelgono solo una manciata da presentare al cliente. Per quanto possa sembrare difficile, questo non è un processo lungo. Lo sketch di un logo con carta e penna richiede pochi minuti; compresa l’ideazione, è possibile disegnare 10 in pochissimo tempo. Non sempre purtroppo le prime idee sono le migliori. E si è sempre portati a disegnare ancora un po’- in modo da separare il grano dalla pula.
Ecco, questo fanno i professionisti. Perché sono allenati a farlo. Basti pensare che alcune scuole di design chiedono agli studenti di proporre esattamente 100 idee prima che decidano quella giusta. La ragione è semplice: l’unico modo per separare il buono dal cattivo è avere un sacco di cose tra cui scegliere.

Terminata la fase del disegno, vengono estratte 5/7 tra le idee migliori e alcuni progetti iniziali in Illustrator o altre app basate su vettori. Le idee migliori non saranno quelle che assomigliano a qualcosa già in circolazione e neanche le più belle, ma quelle che hanno davvero la possibilità di fare risaltare l’ azienda sul mercato. Questo è in grado di assicurare il lavoro di un professionista. I primissimi progetti sono rapidi schizzi in bianco e nero e dovranno passare la revisione iniziale. Non c’è da preoccuparsi se non ci sono colore e dettagli, la semplicità visiva aiuta a focalizzare l’attenzione sulle idee invece che sui piccoli dettagli, il che è molto più importante nella prima fase. In seguito si possono iniziare a identificare gli elementi che si vogliono perfezionare.

Quello che conta è che l’idea di base sia attraente. La fase di perfezionamento è la più lunga perché comporta un sacco di tentativi per quanto riguarda i miglioramenti e le modifiche per le bozze del logo. A volte un’idea viene scelta per la raffinatezza – a volte occorre portare avanti due o tre idee per vedere dove vanno a finire. Colori, dettagli e amenità varie vengono aggiunti, modificati e gettati via durante la fase di perfezionamento del logo. Sono stati sviluppati vari mockup di applicazioni per vedere come il logo si esibirà in diverse situazioni – a volte un dettaglio del logo su carta non funziona davvero bene su un edificio.
Finalmente, il logo finale viene scelto, approvato e preparato per lo sviluppo dell’identità.

Come è facile immaginare, un grande logo non è la fine ma l’inizio di una grande identità di marca. Cancelleria aziendale, insegne, veicoli aziendali, pubblicità e molti altri strumenti di comunicazione devono essere progettati in modo che tutti inviino un messaggio di marchio unificato. Lo sviluppo dell’identità rende questo possibile. Durante questa fase, tutte le importanti applicazioni del logo sono progettate e standardizzate in un libro delle linee guida del marchio, noto semplicemente come “brand-book”.

 

L’ ultima tappa: lo sviluppo dell’identità

Lo sviluppo dell’identità rafforza ulteriormente il logo e definisce gli standard visivi per tutti gli strumenti di marketing e promozionali comunemente usati. Il book mostra come lavorare con logo e immagini coordinate e prescrive linee guida standard di layout, colore e tipografia per materiali di marketing comuni. Così l’azienda sarà sicura che la sua identità sia protetta e guidata dagli stessi principi anche quando cambia il designer o l’agenzia. Da notare che – mentre la fase di sviluppo dell’identità è facoltativa, e di solito fa parte del pacchetto di progettazione dell’identità totale- è sempre importante standardizzare almeno la cartoleria aziendale e le insegne pubblicitarie. Come è stato evidenziato, il processo di progettazione del logo professionale è un business piuttosto serio che coinvolge precise fasi distinte, tutte con l’obiettivo di creare un simbolo unico e memorabile, che aggiunga valore all’azienda e la faccia risaltare sul mercato. Tuttavia, è importante capire che questo non è qualcosa riservato alle grandi aziende: tutti possono trarre vantaggio dal farsi seguire da un professionista per la creazione del proprio logo aziendale.

Chiama
Email