Come creare una landing page che funziona

Cos’è una landing page?
Una landing page, per definizione, è un minisito ovvero una pagina di destinazione che gioca un ruolo fondamentale nelle strategie di marketing online. Ciò perché fondamentalmente serve per pubblicizzare l’azienda o l’attività a cui si rivolge. Questa pagina web viene specificamente e dettagliatamente strutturata in modo che il visitatore diventi un potenziale cliente. Il visitatore arriverà alla pagina di atterraggio grazie a link posizionati in giro per il web, ovvero in un’email, in una pubblicità o in un social network. Facendo un esempio, una landing page può essere situata all’interno di un messaggio email al cui interno è situato un bottone call to action che punta direttamente verso la landing page. Il messaggio all’interno dell’email deve necessariamente creare curiosità e portare il lettore a cliccare sul bottone.

È evidente, dunque, che la landing page in questione debba essere molto accattivante e soprattutto semplice da visualizzare in modo che il cliente trovi subito ciò che sta cercando senza perdere troppo tempo. La comunicazione, infatti, gioca un ruolo fondamentale in tutto ciò in quanto deve essere molto efficace, ma allo stesso tempo non approssimata se si vuole che il lettore si iscriva alla newsletter o al servizio.

Quindi è molto importante che questo tipo di pagina abbia successo ed è evidente il fatto che ciò è molto difficile da realizzare, ma non impossibile. Per questo, vedremo di seguito alcuni passi fondamentali per realizzare al meglio una landing page.

Come realizzare un sito web di successo
Innanzitutto definiamo cosa significa creare un sito web di successo. Come già detto, arrivare a ciò non è semplice perché bisogna emergere tra tanti siti web che trattano gli stessi argomenti o offrono gli stessi servizi. Il primo passo è comprendere a chi ci si rivolge e cosa si vuole dal sito stesso. Dunque bisogna innanzitutto stabilire un obiettivo da perseguire come vendere online, dare assistenza post vendita oppure presentare semplicemente un prodotto. Per comprendere al meglio l’obiettivo da perseguire, inoltre, bisogna analizzare bene la propria situazione sotto due aspetti: quello tecnico strategico e quello economico.

A questo proposito, è fondamentale ricordare che l’aiuto di un esperto di SEO e web marketing potrebbe essere molto importante per creare un ottimo sito, in quanto il fai da te molte volte comporta numerosi errori fatali.

Ritornando a quanto si diceva, i due aspetti sopracitati influiranno molto sul lavoro finale, per cui è essenziale che si tenga presente il fatto che realizzare un sito web del genere comporta dei costi che variano in base alla difficoltà di ciò che si vuole raggiungere. Gli aspetti tecnico strategici comprendono il progetto iniziale, la realizzazione dei contenuti e la messa in rete. Ciò comporta degli aspetti economici che comprendono i costi tecnici, quelli realizzativi e quelli pubblicitari.

Dopo aver fatto ciò bisogna pensare all’obiettivo da perseguire. Per quello che concerne questo punto, è davvero importante che si abbia chiaro in mente cosa si vuole fare con questa landing page e saltare questo aspetto sarebbe un errore fatale che comprometterebbe la riuscita del sito stesso. Se solo pensiamo alle pagine web di successo, infatti, realizzeremmo che queste sono state create per degli scopi precisi e ben chiari e solo con la perseveranza sono arrivati ad ottimi risultati.

Una volta individuato l’obiettivo, in aggiunta, bisogna tenere ben chiare le obiezioni e le paura di un possibile cliente. Per obiezioni si intendono le critiche che il pubblico potrebbe fare circa la pagina web e la cattiva pubblicità che da queste critiche potrebbe scaturire. Per paure, invece, si intendono i pensieri che potrebbero portare il cliente a non comprare il prodotto oppure a non iscriversi alla newsletter. Tutto ciò, potrebbe essere dovuto a degli aspetti notati dal visitatore nel corso della sua visita nella pagina web in questione. Per questo motivo, è fondamentale individuare tutto ciò e crearne dei vantaggi e delle risposte alla paura sopramenzionata in modo da creare un rapporto di fiducia con il cliente stesso.

La Unique Selling Proposition

La seconda fase, dopo l’individuazione dell’obiettivo, è creare una unique selling proposition non è altro che una frase volta a descrivere ciò che si offre in modo chiaro, semplice e conciso. Non a caso, tradotto dall’inglese, significa proposizione unica per vendere. Questa frase potrebbe rappresentare la parte più difficile dell’intero processo in quanto deve rispondere a diverse caratteristiche in modo da presentare al meglio il servizio offerto. La USP, però, non descrive solo il prodotto, ma serve anche a riconoscere il brand che viene presentato tra mille. Non è solo una sorta di slogan, ma un vero e proprio concetto che racchiude in sé il brand e il prodotto. Per evitare di perdersi tra mille frasi troppo lunghe o inutile è opportuno seguire questi punti: deve spiegare perché il prodotto è unico e in cosa si distingue dagli altri; deve spiegare perché il cliente potrebbe preferirlo ad altri; deve essere specifica, concisa e d’impatto, in quanto deve essere facilmente ricordabile da coloro che la leggono.

Infine, dopo aver fatto ciò, sarà essenziale analizzare i risultati che ne scaturiscono. È doveroso, infatti, monitorare la performance del sito e i movimenti dei clienti all’interno di essi, in modo da individuare eventuali errori e miglioramenti da apportare al sito web. Infatti, grazie a ciò, si possono cambiare i layout, le immagini, i colori e quant’altro per verificare come le persone reagiscono a tutto ciò.

La struttura di una landing page
È ovvio che le landing pages si differenziano nei prodotti o servizi offerti e nelle loro USP, però è comunque comune la struttura di ciascuna di esse. Grazie ai test sopracitati, si possono individuare gli elementi più opportuni nel convincimento del cliente, considerando che ogni elemento ha un scopo ben preciso in questo processo. In ogni caso, però, non è sempre necessario inserire tutti gli elementi, basta mettere solo quelli ritenuti come i più importanti ed essenziali per il raggiungimento del proprio obiettivo. Innanzitutto, bisogna inserire un titolo il quale rappresenta il fulcro principale dell’intero sito in quanto serve per mantenere il visitatore all’interno del sito. Per questo motivo deve essere breve, conciso e memorabile, considerando che rappresenta l’USP di cui si parlava prima. Bisogna, in ogni caso, ricordare che deve incuriosire e trattenere il cliente nella pagina e per questo potrebbero volerci diverse ore di lavoro. Il consiglio, dunque, sarebbe quello di provare diversi titoli e ricorrere all’analisi dei risultati per capire qual è quello che convince meglio il visitatore.

In secondo luogo, si può inserire facoltativamente il sottotitolo che sarà, invece, più diretto nella descrizione del prodotto o di quello che si vuole offrire. Ovviamente deve essere sempre conciso ma comunque fornisce più informazioni rispetto al titolo. Molte volte il sottotitolo non è presente perché si fonde con il corpo del testo.

Anche il testo, inoltre, deve essere conciso e veloce nella lettura in quanto deve evitare di distrarre il visitatore dal motivo per cui si trova all’interno della pagina web. Per questo motivo, si consiglia di scrivere frasi essenziali all’inizio del testo, per poi andare nel dettaglio con paragrafi più lunghi verso la fine. È molto importante che la descrizione del prodotto o dell’attività sia chiara e dettagliata, in modo che il cliente sia sicuro dell’acquisto che sta effettuando. Per arrivare a questo scopo, si può utilizzare un testo basato su diversi punti che descrivono al meglio ciò che si vuole offrire e per evitare eventuali paure da parte del cliente potrebbe essere fondamentale citare testimonial famosi che utilizzano il prodotto oppure menzionare opinioni di clienti reali.

In aggiunta, per una landing page perfetta, è essenziale inserire delle immagini o dei video coerenti con ciò che si sta dicendo. Questi tipi di elementi hanno un impatto visivo maggiore rispetto al semplice testo, in quanto il messaggio potrebbe essere più chiaro. L’inserimento di una grafica diversa da quella classica potrebbe sempre dipendere da ciò che si vuole offrire, per cui attenzione nella scelta.

Come le immagini, infine, anche il form potrebbe esserci o meno. In ogni caso, se si vuole inserire, è opportuno che venga ben studiato affinché il cliente inserisca solo le informazioni essenziali e necessarie per l’iscrizione o l’acquisto.
Infine, se si vuole considerare di creare una landing page estremamente semplice allora basterà inserire, oltre al titolo, anche un bottone call to action. Questo serve per effettuare direttamente la sottoscrizione senza ulteriori informazioni. Per questo motivo, in questo caso l’attenzione al dettaglio deve essere maggiore in quanto le informazioni da inserire devono essere ancora più concise. Infine anche qui ogni minimo dettaglio è molto importante e per questo bisogna considerare perfino se il bottone deve essere colorato o con gli angoli smussati. Ogni dettaglio potrebbe convincere e accattivare il cliente.

Gli errori da evitare nella creazione da una landing page

Innanzitutto, bisogna stare attenti alla velocità con cui la pagina si carica. Una pagina molto lenta nel caricamento, infatti, può far sì che il visitatore si annoi e abbandoni la pagine neanche del tutto caricata.

In secondo luogo, è importante pensare che una buona parte di utenti italiani si collegano al web con dispositivi mobili, ovvero grazie all’uso di telefoni o tablet. Creare una landing page che si adatti alla navigazione mobile, dunque, è cruciale per evitare di perdere una buona parte degli utenti italiani che navigano sul web. Per adattare la landing page al mobile bisogna innanzitutto scrivere in modo semplice dividendo il tutto in paragrafi, poi bisogna scegliere bene i caratteri della scrittura e il contrasto tra essa e il fondo; infine inserire una floating call to action che faccia la differenza e rendi il tutto più istantaneo e veloce in quanto sempre visibile sullo schermo.

Inoltre, un altro errore da evitare è l’incoerenza tra ciò che si dice e ciò che si mostra. Il messaggio che viene trasmesso deve essere chiaro e coerente per evitare di trasmettere confusione sul prodotto.

Anche la struttura dell’intero sito è molto importante in ciò e questo semplicemente perché il più delle volte i clienti non leggono ma guardano il sito in generale. Per cui è essenziale prestare molta attenzione nella creazione dei vari settori della pagina.

Chiama
Email