Come creare logo aziendale personalizzato

Nell’era dei social media, dove la comunicazione va veicolata attraverso immagini e foto, un logo ben studiato e strutturato può fare la differenza, in quanto crea impatto visivo, per la propria attività.
Un logo è quindi uno strumento fondamentale per rinforzare e comunicare i valori aziendali.

Cos’é un logo? E come agisce sulla comunicazione

Un logo o logotipo è una grafica che combina colori, forme, immagini e lettering, che descrive la funzione o la storia dell’attività o di un prodotto che lo renderà riconoscibile ai consumatori finali, permettendo di distinguerlo dagli altri competitor. Avendo tutte queste funzioni, il logo é fondamentale, soprattutto perché deve rispecchiare l’identità e la missione del brand, il tutto in un’unica immagine che sia immediata, semplice e unica. Va da se che sia fondamentale rivolgersi a professionisti del settore che combinino le diverse competenze in ambito di web agency, comunicazione, grafica pubblicitaria, designer, software di grafica e web marketing. Ci sono tantissime agenzie che si occupano di questo ambito ma se si è in zona Toscana ovvero: Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Pisa, Pistoia, Prato o Siena, ci si può tranquillamente rivolgere allo studio Pasquini associati.it, specialisti nel settore web marketing.

Da dove partire per ideare un logo?

Bisogna subito partire dalla missione della propria attività, individuare il proprio target di riferimento e i canali di comunicazione, in questo correrà in soccorso il marketing strategist. Il grafico si occuperà di stabilire una connessione tra immagine e caratteristiche del brand, in modo che sia facilmente riconoscibile e che non sia simile ad altri già registrati, attraverso una ricerca di anteriorità. Il logo può infatti essere registrato come marchio in modo tale da acquisirne dei diritti ed eventualmente, in caso di merchandising, può assumere valore commerciale sui gadget, come per il logo Coca-Cola. L’importanza del logo ha fatto sì che si creasse una regolamentazione dell’uso corretto di un logo attraverso un manuale che ogni azienda dovrebbe redigere.

Diverse tipologie di logo

esistono tante tipologie di logo, che vanno scelte in base alle caratteristiche del servizio o prodotto fornito, ma soprattutto considerando il tipo di consumatore a cui ci si rivolge.

  • Monogramma: partendo dall’acronimo della società, il grafico comporrà e combinerà le iniziali in maniera più ottimale e armonica possibile.
  • Acronico: già citato, l’acronimo è composto dalle iniziali della propria società. In questo caso data la semplicità del logo, bisogna prestare molta attenzione alla particolarità del font, alla dimensione delle lettere e soprattutto alla scelta dei colori. Queste prime due tipologie sono le più comuni, non a caso la parola logo deriva dal greco logos, che vuol dire parola. Il logo nasce proprio come associazione di lettere e parole per individuare un’attività.
  • Pittogramma: questa categoria accosta invece illustrazioni, simboli o disegni che richiamino la mission o un concetto del prodotto o servizio Il più delle volte l’elemento ritratto fa un chiaro riferimento all’azienda, ma in alcuni casi si può anche scegliere un simbolo che che non c’entro nulla con il core business, ma che proprio per questo permetterà al pubblico di identificarlo e ricordarlo, perché psicologicamente crea dissonanza. Una strategia comunicativa che il più delle volte ripaga chi l’adotta.
  • Diagrammi: sono dei disegni astratti come linee o figure geometriche che di per se non alludono a nulla di pratico e reale ma che sono collegati alla storia dell’azienda e che ne diventano parte integrante.
  • Pay-off, ancora più efficace dal punto di vista comunicativo, il pay-off consiste in una frase d’effetto che comunichi in maniera allegorica il messaggio dell’azienda, rendendo il logo in se per se più efficace.

Perché è così importante il logo?

Innanzitutto perché aiuta a creare l’identità del brand ed é quindi fondamentale che fin da subito ispiri fiducia, sicurezza di originalità e professionalità, favorendo così fedeltà per il brand.
La scelta del colore ad esempio che apparentemente, per chi non è del settore, può sembrare un superficiale richiamo estetico, é un messaggio chiaro del carattere della società. Se giovane, allegro o serio, se è innovativa o se si muove su linee classiche. La scelta dei colori deve essere armonica, può non essere facile per chi non é un grafico, anche perché é necessario non usare più di due e tre colori per non generare caos.
Altrettanto fondamentale è la scelta del lettering, ovvero il font. Il design del logo può essere, come già detto strutturato in maniera equilibrata, intorno ad un’unica lettera.
Ma ciò che fa distinguere una logo rispetto ad altri è la coerenza del messaggio legato all’attività che si offre, la chiarezza di ciò che è comunicato, la facilità perché il pubblico non dovrà decifrare il logo me la comunicazione dovrà essere immediata a colpo d’occhio e l’elemento più fondamentale di tutti è che il logo sia riducibile, cioè adattabile a qualsiasi canale disponibile, dalle locandine e brochure ai manifesti passando per i i fondamentali canali social. Il logo deve essere versatile e identificativo perché possa assurgere al compito di fidelizzare gli acquirenti, attraendo eventuali nuovi clienti, aumentando il profitto e richiamando nell’immediato la storia del brand a cui fa riferimento. In questo modo anche su i canali social, il logo potrà attrarre e aumentare più follower, aumentando le action e spingendo a visitare il sito. Creare un logo non è per nulla un gioco da ragazzi, viste le diverse implicazioni messe in ballo, é fondamentale avere una conoscenza di grafica combinata a quella di semiotica. Nel costruire un’identità di marca non basta solo la presenza di un logo ma è necessario che il brand riesca a tramettete i valori, le promesse, la personalità del suo marchio ma che faccia riferimento soprattutto alle sensazioni, alle emozioni che si vogliono suscitare nel pubblico. In questo è necessario la ricerca di mercato che la società deve intraprendere, cercando di captare le tendenze del target di riferimento, i bisogni, i malcontenti e come soddisfarli. Studiare i punti di forza e di debolezza dei competitor e della propria attività, cercando di riparare le debolezze e differenziarsi dalla concorrenza.

Il manuale d’immagine di un logo

Perché tutto fili liscio è necessario che la comunicazione e il logo siano coerenti, l’azienda ha per farlo uno strumento fondamentale: il manuale d’immagine coordinato. Un documento che é la stessa azienda a strutturare, che riporta le informazioni necessarie per utilizzare coerentemente il logo:

  • Posizione e dimensioni
  • tipo di carattere per poterlo utilizzare al meglio
  • i colori, le caratteristiche e le impostazioni grafiche
  • grafica sito web
  • gli spazzi necessari tra i diversi elementi per evitare di creare caos

Per la buona riuscita del prodotto progetto è meglio rivolgersi a professionisti del settore come lo Studio Pasquini Associati.

contattaci.

+39 339 3513980
info@pasquiniassociati.studio

studio pasquini associati web agency siena poggibonsi

Alcune referenze, docenze e collaborazioni:
A2A, Arca Camper, Archilovers, Artsana Group, Barilla, Banca MPS, Balsamiq, BizUp, Blu, Bocconi, Bricoman, BS Design, BTO – Buy Tourism Online, Buongiorno, b2commerce, Cabel, Caravan Internationals, Cecchi Winery, Chia Laguna Resort, Cipressi in Chianti, CNA, Coldiretti, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti, Confindustria, CTM Cagliari, CRAI, Despar, Diesse, DoLab School – LVenture Group, Eden Viaggi, eFarma, Ente Bilaterale del Turismo Toscano, Euronics, Ferpi Toscana, Fior di Risorse, Fondazione Sistema Toscana, Font Vendôme, Fortop, Franco Angeli Editore, Gresini Racing Team, Gronchi Safety Group, Gucci, H-Farm, Havas Media Group, HOEPLI, IED Firenze, Il Sole 24 Ore, Imer Group, Intarget Group, JSB Solutions, Lastminute.com, Leroy Merlin, Loccioni Group, Luisa Via Roma, Lutech, M&C Saatchi, MagNews-Diennea, MailUp, Mamacrowd, Marelli Motori, Mercedes Benz Italia, Mobilvetta, Moto.it, Mutuionline, Ninja Marketing, On. Susanna Cenni, Open Campus Tiscali, Photosì, Piaggio, Pitti Immagine, Polimoda, Power Soft, Provincia di Siena, RAI, Rainbow, Reply, Roller Team, Sardegna Ricerche, Scala Archives, Scuola Internazionale di Comics, SDA Bocconi, Segis, Segugio.it, Sharewood, Sky Italia, SMAU, Società Italiana Marketing, Sorint, Studio Cappello, Studio Samo, Suzuki, Thun, TIM, Travel Appeal, Trentino School of Management, Trigano, Trovaprezzi.it, Ubiquity, Unicusano, Università di Bologna, Università della Tuscia, Università di Perugia, Università di Sassari, Università di Siena, Università di Verona, Urania Group, Velasca, Webranking, Wolters Kluwer, Zodiak Active Plus.

Telefona al numero 3393513980 o compila una richiesta informativa per essere richiamato e ottenere un preventivo gratuito.

Studio Pasquini Associati si trova a Barberino Tavarnelle, provincia di Firenze, in Via Collodi 1.

Fissa un appuntamento e vieni a trovarci oppure richiedi una nostra visita direttamente nella tua sede dove ti illustreremo tutti i nostri casi di successo.

Contatta lo Studio Pasquini Associati per la realizzazione di strategia di comunicazione e marketing, branding, loghi, immagine coordinata, siti web, ecommerce o negozio online, grafica pubblicitaria, brochure e cataloghi, merchandising e stand per fiera, campagna pubblicitaria Google e banner, app mobile iOS e Android, social media marketing su Facebook Instagram e YouTube, marketing digitale, servizio fotografico e video drone, chatbot e corsi di formazione.

Lo Studio Pasquini Associati lavora per grandi aziende e piccole medie imprese in tutta Italia, in Toscana e in particolare per imprese con sede nella provincia di Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Pisa, Pistoia, Prato e Siena.

contattaci.

+39 339 3513980
info@pasquiniassociati.studio

Chiama
Email