Logo aziendale e immagine coordinata. Come valorizzare il tuo brand - Pasquini Associati

Logo aziendale e immagine coordinata. Come valorizzare il tuo brand

 

Di frequente i termini logo e marchio sono usati in maniera intercambiabile, tuttavia, anche se un logo può simboleggiare un’azienda, è opportuno ricordare che tal elemento visivo non rappresenta tutto il marchio, anzi la sua realizzazione è solo uno dei numerosi passaggi essenziali per lo sviluppo del branding.

In merito è necessario evidenziare che il logo aziendale e l’immagine coordinata sono degli elementi comunicativi rilevanti per creare un’identità professionale. Per di più l’immagine coordinata dei diversi supporti aziendali, ad esempio le brochure, il sito web e la carta intestata, conduce a una progressiva identificazione di un marchio e alla sua scelta rispetto ai marchi concorrenti.

Inoltre il logo e l’immagine coordinata aiutano a promuovere un’impresa dandole più attendibilità e coadiuvano a fidelizzare gli acquirenti, attrarre dei potenziali clienti, aumentare le vendite e a richiamare all’istante fra i ricordi dei consumatori un prodotto, un’attività, un evento o un servizio dall’aria famigliare.

Ebbene riguardo a questi elementi comunicativi: in che modo progettarli, realizzarli e usarli per ottimizzare un brand? Per risposta è utile leggere il seguente articolo: logo aziendale e immagine coordinata. Come valorizzare il tuo brand.

 

Perché avere un buon logo aziendale è importante per avere successo?

 

Un logo è una figura che può essere costituita da una rappresentazione grafica di una sigla o di un nome oppure da un simbolo. In particolare il logo aziendale sta alla base dell’identità di un’impresa, un’associazione, un’organizzazione, un ente, un prodotto, una band, un servizio, un evento, eccetera. La forza del logo aziendale dipende dalla sua natura visiva, infatti, le immagini vengono ricordate meglio delle parole scritte.

Quindi progettare il logo aziendale con cura è davvero importante per ottenere una maggior visibilità, promuovere la propria azienda, conquistare i consumatori facendoli comprendere al meglio il messaggio e i valori aziendali, aumentare le vendite e rinforzare l’immagine del proprio marchio.

Per ciò che riguarda la creazione del logo aziendale tale saliente fase per lo sviluppo del branding può essere affidata a un designer, a un grafico, a uno studio di comunicazione o di progettazione, a un software di grafica, a un servizio web di progettazione o a un generatore automatico online. Qualunque sia la scelta per realizzare un buon logo aziendale si deve porre l’accento sul fatto che tal elemento comunicativo dovrà essere caratteristico, pertinente, funzionale, grafico e semplice. Per di più se un logo aziendale viene percepito accattivante, professionale e ben progettato permette di aumentare i follower, le action e gli amici sui social, aiuta a distinguersi dalla concorrenza e accresce la fiducia e la memorizzazione del marchio nei clienti.

Più nello specifico è bene ricordare che ogni elemento di un logo aziendale deve essere studiato ad hoc e non lasciato al caso o a semplici preferenze estetiche. Ne è un buon esempio la scelta dei colori. Difatti la percezione simbolica dei colori cambia di paese in paese, tuttavia alcuni colori hanno un significato standardizzato a livello internazionale, basta pensare ai colori dei semafori: il verde esprime che tutto va bene, l’arancione precisa di fare attenzione e il rosso intima di fermarsi. Inoltre comunemente il rosso esprime forza, vitalità e passione, il blu simboleggia la calma, la fiducia e la pulizia e il verde si riconnette alla natura, alla perseveranza e alla fertilità.

Comunque al di là del simbolismo dei colori, la cui percezione si differenzia anche fra i due sessi, è opportuno non scegliere mai più di 3 colori per un logo aziendale.

 

Che cos’è un’immagine coordinata?

 

Un’immagine coordinata è un insieme di elementi comunicativi di varia natura, ad esempio testuale, sonora e grafica, che comunicano in perfetta armonia fra loro e senza contraddizioni tanto da essere percepiti come un’unica cosa. Al riguardo un’efficace immagine coordinata è rilevante per il successo imprenditoriale perché descrive il brand, ne permette la memorizzazione nella mente dei consumatori e dà un’idea di coerenza e affidabilità così da aumentare la fiducia dei clienti.

In particolare un’immagine coordinata è costituita dai più fattori, ad esempio i prodotti, gli imballaggi, i suoni, le forme, i colori, i caratteri di scrittura, i disegni, l’abbigliamento del personale, il sito web, i biglietti da visita, il servizio clienti, i dipendenti, eccetera.

Pertanto un’immagine coordinata esprime chiaramente e con precisione l’identità di un’azienda, per ciò deve essere costruita nel rispetto della mission, dei valori e degli obiettivi aziendali. Più nello specifico per progettare un’immagine coordinata è necessario unire le conoscenze di grafica con quelle di semiotica in modo tale che gli elementi comunicativi siano caratteristici e richiamino all’istante un preciso marchio distinguendolo dai concorrenti.

In pratica per costruire un’immagine coordinata appropriata occorre rispettare le regole della comunicazione visiva, ad esempio bisogna studiare gli accostamenti cromatici, optare per una grafica semplice e pulita e prendere in considerazione le peculiarità dei diversi supporti.

Dunque il logo aziendale e l’immagine coordinata sono degli elementi comunicativi strettamente connessi e basilari per valorizzare il tuo brand. Al riguardo per creare un’immagine coordinata aziendale è necessario rispettare i seguenti punti:

– progettare un logo che rappresenti appieno l’azienda oppure aggiornare il logo già depositato;
– innovare l’immagine coordinata nel caso non rispecchi più l’impresa in modo tale che possa rappresentare i nuovi valori da far abbracciare a tutto il personale dipendente.

 

Che cos’è un marchio?

 

Un marchio memorabile che si distingua per la coerenza dei colori, dei disegni, dei caratteri, delle forme e del registro di scrittura è ormai una necessità irrinunciabile per differenziarsi dai concorrenti sia per le attività desiderose di farsi conoscere sia per quelle aziende interessate a riconquistare i clienti persi e/o ad acquisirne di nuovi.

A tal proposito che cos’è un marchio? In merito occorre evidenziare che un marchio non è semplicemente un nome, un disegno, un simbolo o una loro combinazione ma si tratta di un elemento chiave dell’identità di un’impresa in grado di richiamare istantaneamente nelle menti dei consumatori uno o più prodotti, attività o servizi offerti da una determinata azienda.

In particolare l’identità di marca è connessa ai messaggi, ai valori, alle promesse e alla personalità di un’impresa, nonché alla maniera di comunicare le proprie idee e alle emozioni, idee e sensazioni che si vogliono suscitare nel pubblico di acquirenti e potenziali clienti per mezzo del proprio marchio.

 

Quanto è rilevante l’identità di un marchio?

 

Il marchio rappresenta l’essenza di un’impresa e delle sue attività che si fissa e si evolve nelle menti e nei cuori dei consumatori. Più nello specifico un contenuto di marca di qualità è una delle strategie di content marketing attualmente più popolari.

Per di più un’identità di marca ben pianificata presenta i seguenti vantaggi per ogni attività professionale:

– accresce la notorietà dando all’impresa un volto e una personalità;
– crea fiducia e credibilità;
– genera emozioni, sensazioni e idee tramite la pubblicità;
– garantisce delle relazioni commerciali future così da aumentare i valori finanziari nel tempo;
– definisce chiaramente la missione aziendale sia per i consumatori sia per il personale dipendente, i fornitori, lo Stato e i finanziatori;
– attrae nuovi clienti e fidelizza quelli già acquisiti.

 

In quale modo si può creare un’identità di marca?

 

Far conoscere un marchio è decisamente impegnativo, infatti, a tale scopo sono necessari dei passaggi precisi come fare delle approfondite ricerche di mercato per scoprire le aspettative delle diverse categorie di consumatori cui ci si può rivolgere, decidere il proprio target di riferimento, offrire valore ai clienti e differenziarsi dai concorrenti.

Inoltre bisogna mostrare con chiarezza la mission, la vision e gli obiettivi dell’azienda, dimostrare la propria personalità appunto con gli elementi comunicativi quali il logo aziendale e l’immagine coordinata e analizzare i propri punti forti e deboli e le opportunità e i rischi del settore in cui si vuole iniziare o continuare a operare.

 

Il logo aziendale e l’immagine coordinata per creare l’identità di marca

 

Fra i diversi passaggi essenziali per creare un’identità di marca occorre creare al meglio il logo aziendale, che è una parte molto importante nel processo di branding poiché il logo è l’elemento visivo più riconoscibile di un marchio. Infatti il logo aziendale compare su più supporti d’immagine coordinata i cui fini sono principalmente comunicativi.

A questo proposito sono esempi di documenti d’immagine coordinata i biglietti da visita, i gadget, la carta intestata, le buste da lettera, le e-mail, i manifesti, i banner, la modulistica, i volantini e gli annunci pubblicitari, il sito web, il profilo sui social, le confezioni, i sacchetti, i block notes e i video pubblicitari sul web, al cinema e in TV.

Come se non bastasse un altro passaggio imprescindibile per creare un’identità di marca è la ricerca creativa per rappresentare a livello visivo la propria attività imprenditoriale in ogni suo lato, così da riuscire a realizzare un’immagine coerente e instaurare un senso di famigliarità nei clienti. In merito si pone l’accento su quanto sia rilevante rispettare l’estetica impiegata in ogni attività per ottenere un’identità di marca armoniosa. In più anche il mix dei colori e dei tipi di caratteri di scrittura (di norma non più di 3 font diversi) va scelto restando fedeli all’identità di marca, pertanto gli elementi visivi realizzati per valorizzare il tuo brand devono utilizzare una tipografia coerente.

Una volta creati gli elementi comunicativi idonei a valorizzare il tuo brand, ossia il logo aziendale e l’immagine coordinata, è bene dimostrarsi flessibili poiché essendo la società in cui viviamo in continua mutazione anche questi ultimi devono essere aggiornati nel tempo con le opportune modifiche. Fra l’altro non ci si deve mai distrarre, infatti è necessario tenere traccia del proprio marchio sul web con costanza, in particolare indagando sulle opinioni, recensioni e intenzioni dei consumatori connessi ai social, forum e shop online.

 

Che cos’è il manuale d’immagine coordinata?

 

Il manuale d’immagine coordinata è un documento che ogni impresa dovrebbe redigere per regolare con precisione e coerenza gli strumenti di comunicazione. In particolare tale manuale deve racchiudere le seguenti informazioni:

– le peculiarità tecniche del logo aziendale, la sua posizione e le sue dimensioni sui vari supporti e gli esempi su come utilizzarlo;
– il tipo di carattere e le sue dimensioni da usare sui diversi documenti d’immagine coordinata, ad esempio la carta intestata e le brochure;
– i colori, le caratteristiche e le impostazioni grafiche dei supporti d’immagine coordinata;
– la grafica del sito web;
– gli spazi fra un elemento visivo e l’altro sul marchio, ecc.

Chiama
Email